Studio legale polifunzionale

MILANO / 2012-2013

Cliente / Studio legale
Superficie / 300 mq
Fase progettuale / Realizzato
Foto / Beatrice Arenella

Un desiderio ambizioso: realizzare uno studio legale fuori dal comune, uno spazio in grado di ospitare attività aperte all’esterno, mostre, piccole conferenze ed eventi, garantendo di svolgere contemporaneamente le normali attività tipiche di uno studio legale. Il progetto è una sofisticata risposta ad un’esigenza funzionale e spaziale ben precisa. Le stanze degli avvocati e le sale riunioni sono state posizionate lungo tutto il perimetro dell’ufficio sfruttando le finestre esistenti in facciata. Le partizioni opache tra gli ambienti sono sempre perpendicolari alla facciata, al contrario, il sistema di pareti vetrate a tutt’altezza corre parallelamente ad essa, consentendo il passaggio della luce naturale verso il centro dell’ufficio. E’ qui che il grande spazio centrale, cuore dello studio, svolge la sua doppia funzione di spazio distributivo e spazio polifunzionale. Le grandi porte scorrevoli della sala riunioni principale consentono di ampliare lo spazio centrale, permettendo di ospitare un gran numero di utenti e di svolgere molteplici attività. Per garantire un elevato confort acustico tutti i controsoffitti dell’ufficio sono realizzati con pannelli in cartongesso micro-forati fonoassorbenti. Il controllo e l’integrazione di tutti gli elementi impiantistici, l’illuminazione, le partizioni vetrate e l’arredamento sono parte fondamentale del progetto. Per ottenere uno spazio rigoroso ed elegante l’impiantistica è resa invisibile grazie a specifici accorgimenti. In questo caso più che mai il progetto di architettura è la ricerca dell’equilibrio tra estetica ed esigenze funzionali e tecnologiche.